Pagine

venerdì 7 ottobre 2011

Ma anche no eh.

Colloquio ore 10.30, in un'azienda di hardware nell'hinterland milanese. Parto da casa alle 9.30 e ci metto di più a trovare il civico che ad arrivare al paese. Perchè secondo voi il 20 poteva essere di fronte all'19? Ovviamente no! Di fronte al 19 abbiamo il 79! Il 20 stava all'altro capo della via.
Comunque, essendo partita con largo anticipo riesco ad essere alla reception alle 10.25. La guardia mi chiede un documento, e mentre mi dà un badge farfuglia qualcosa che finisce con "ottavo piano".
Mi avvio all'ascensore, lo chiamo, ci salgo. Premo 8. Compare una scritta in lingua a me ignota, le porte si riaprono, e sono sempre al piano terra.
0_o
Esco dall'ascensore in cerca di aiuto, arriva una tipa che mi guarda con aria di compatimento e mi fa "non te l'hanno detto alla reception che ci vuole il badge per far partire l'ascensore???".
"Ehm, può essere, sarò io che non ho capito"
Sì, sono proprio l'impedita che sembro. Paio una campagnola sbarcata in città con l'ultima corriera, alla faccia della milanese. 

Scendo all'ottavo. 
Altra reception.
"Buongiorno, ho appuntamento con le dottoresse Bartolini e Luisetti (nomi di fantasia ovviamente)"
"Sì, lei è?"
"Ladybug"
"E' la prima volta?"
Argh.
"Sì"
"Si accomodi laggiù e compili questo".
E mi sbatte ad un tavolo in una sorta di anticamera davanti ad una sala riunioni, dalla quale provengono frasi da cui argutamente deduco trattarsi di una sorta di corso di informatica in inglese:
You take the document, drop it into the open window...
AIM SORRI, AI TOTALLI DONT ANDERSTEND!
Forse era meglio partire dal corso base di inglese, più che da quello di informatica. Forse eh.
Compilo il modulo.
Passano i minuti.
Riappare la receptionist, stupitissima di vedermi ancora lì e grida "MI SCUSI! NON LA VEDEVO PIU' E MI ERO DIM... EHM, NON SAPEVO SE AVESSE FINITO DI COMPILARE IL MODULO! Lei aveva appuntamento con la dottoressa Bartolini??"
"Sì... Bartolini e Luisetti"
"Torno subito".
Sparisce.

Va alla postazione, comunque a portata di orecchio, e sento "Sì LADY-BUG. BIIII-UUUU-GIIIII".
Guardo l'ora.
11.00.
11.05.
11.10.
Torna la receptionist. "Abbia pazienza eh, la riceverà la dottoressa Luisetti".
"Ok, grazie".
h. 11.15. UNDICI E QUINDICI! Arriva la Luisetti.
"Buongiorno! Ha per caso con sè una copia del curriculum?"
"No"
"Allora mi scusi, vado a prenderlo".
Sparisce.

Mi sto innervosendo.
Alla fine torna. All'alba delle 11.30 iniziamo il benedetto colloquio.
"Mi dica, come mai ha scelto di studiare giurisprudenza?"
Mi dica, come mai sua madre batte i viali il sabato sera?
Ma che razza di domanda.
Ci raggiunge la responsabile dell'ufficio legale, no, non è la Bartolini. E' una mai vista nè sentita. No, la Bartolini alla fine non ho avuto il piacere di incontrarla. E no, nessuno si è scusato per l'imbarazzante ritardo.

"Ci dica, come mai ha scelto di studiare giurisprudenza?"
Ma siamo seri???!

40 minuti di colloquio, comprensivi di "quanti dipendenti ha la società per cui lavora attualmente? Quante sedi?" e anche "Le devo fare una domanda, ma mi prometta di essere sincera, perchè tanto poi me ne accorgo sa!"
Come scusi? Mi pareva di essere tornata alle elementari con la maestra che diceva "me ne accorgo se copiate".
"Mi dica"
"Ma lei è veramente AUTONOMA nella gestione della contrattualistica?"
Ma mi prendi per il culo? Sono due anni che non faccio altro. Ma il mio curriculum l'hai letto?

BLABLABLA
"Un'ultima cosa: può capitare anche di dover scrivere lettere per rispondere alle contestazioni di qualche cliente... Nel tentativo di impedire che si instauri una controversia in tribunale. Quindi magari si spiegano le nostre ragioni e poi si propone una conciliazione. Lei sarebbe in grado di scrivere lettere del genere?".
Qui credo che la mia espressione sia stata più che eloquente, visto che la tipa ha subito riparato su un "E' solo una domanda proforma, per darle un'idea completa del lavoro da fare".

Ti ho appena detto che ho preparato contratti di agenzia in inglese, anche per un agente turco. Secondo te non so scrivere una lettera del genere? -.-

Bene! Un'ultima cosa... Vedo che lei ha uno stipendio piuttosto alto... 
Beh, medio direi. Uno stipendio alto è proprio un'altra cosa.
No beh ecco, noi siamo comunque orientati su un'altra fascia di costo... E poi comunque è un contratto a termine, per una sostituzione di maternità. Glielo dico in modo che lei inizi a farsi un'idea. Poi eventualmente ne riparleremo.
A-ha. Tradotto, scordati di prendere di più, se ti va di culo strappi la stessa cifra. E comunque con i denti.
"Vedo che lei ha un contratto a progetto... Quando scade?"
"E' già scaduto"
"Ah, e come si sta muovendo?!"
Ma che davero? Come vuoi che mi stia muovendo?! -.-

"Ci sentiamo comunque prossima settimana per un feedback, ed eventualmente per fissare un secondo colloquio."
Ma anche no eh.

Bene, quindi: sostituzione di maternità. Stipendio basso. Eventuali colleghe insopportabili.
Piuttosto mi apro un negozio di decoupage online. O avvio un'attività in casa di "Messainpiega per bassotti e criceti", con Ginger come aiutante.

10 commenti:

  1. MA dico io chi ca**o mettono a fare i colloqui??? c'è gente che studia e si prepara e fa un milione di master per fare i colloqui ed invece si presentano queste idiote o idioti di turno che ti fanno solo perdere tempo e pazienza!!!
    grrrrrrrr mandali a stendere va?!?!?

    RispondiElimina
  2. e poi dicono che uno non vuole lavorare o che non c'è lavoro....ma se queste sono le premesse!

    RispondiElimina
  3. già il fatto che ti abbiano fatto aspettare non è stato tanto educato ... ma poi, insistono sempre tanto sul redigere un curriculum perfetto e poi non lo leggono nemmeno ... per non parlare dei tiri al ribasso per lo stipendio, non so, vuoi darglieli tu un po' di soldi a loro, almeno si comprano un ascensore normale? sgrunt, mi aggiungo a te: Ma anche NO! :) per la serie: Io la prendo sempre con filosofia Io!

    smack

    RispondiElimina
  4. Beh a me hanno fatto fatto fare una prova di 4 ore perchè sono troppo giovane e non potevo aver fatto tutte quelle cosa!!!mah...in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  5. Certo che la gente è proprio stronza!
    Tifo per te

    RispondiElimina
  6. Però non ha fatto la classica domanda "come si vede tra 10 anni"?

    RispondiElimina
  7. io col decoupage me la cavo Socia!

    RispondiElimina
  8. @Francescast: hahahah! Esatto, ce l'avrebbero bisogno un ascensore normale! :D

    @Alice: Ottimo, allora ti insegno a pettinare i criceti e poi possiamo avviare l'attività insieme!

    RispondiElimina
  9. @Voodoo_Dolly: Quello non me l'hanno chiesto solo perchè sarebbe una sostituzione di maternità, e di come mi vedo tra 10 anni non gliene può fregà de meno. Ma comunque "ovunque ma non lì!".

    RispondiElimina
  10. Mai dire che il contratto è scaduto! Mai. Si da l'impressione di essere con l'acqua alla gola (anche se in realtà è proprio cosi) e inevitabilememnte le proposte economiche saranno fame.

    Per il resto.. in bocca al lupo!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...