Pagine

giovedì 1 dicembre 2011

L'Instabile

Ieri sera, non saprei dire per quale strana associazione di idee, ho avuto un flashback dell'Instabile.
L'Instabile è colui che è stato il compagno di mia madre, e dunque per la proprietà transitiva anche genitore acquisito mio e di mio fratello, visto che vivevamo sotto lo stesso tetto, per 9 lunghi anni: per darvi un'idea dai miei 12 ai miei 21. Tutta l'adolescenza. Una vita. Ora che ci penso quest'anno è stato il decennale della liberazione e non abbiamo nemmeno festeggiato.
Ma dicevo, mi è venuta in mente ieri sera la scena del frigorifero. Una scena penosa che si ripeteva all'incirca con frequenza settimanale, in giornate variabili, ore pasti: l'Instabile per qualche banale motivo apriva il frigorifero, non so, per prendere una bottiglia d'acqua, o un pezzo di formaggio, e casualmente gli cadeva l'occhio su un alimento qualsiasi in frigo da troppo tempo e magari scaduto. Apriti cielo. A quel punto iniziava un'invettiva da psicotico, estraendo dal frigo tutto il suo contenuto, facendo il check delle cose scadute e urlando come un pazzo che lui ci manteneva tutti, quelli erano soldi buttati, non potevamo far scadere le cose in questa maniera, etc.etc. Un isterico. Soprattutto perchè mi sembra doveroso sottolineare che la spesa la facevano lui e mia madre insieme, il sabato mattina mentre noi eravamo a scuola, ma quello dall'acquisto compulsivo vi dico subito che era lui.
Quindi il sabato andava a comprare, chessò, il "formaggio fermentato di lama andino" tutto esaltato perchè era in offerta, riempiva il frigorifero, e poi due settimane dopo sclerava perchè nessuno l'aveva mangiato e lui buttava via i soldi.
Capite che qualche problema ce l'aveva.
Peraltro, come dicevo, sono passati 10 anni dalla fine della difficile convivenza... Quindi ammetto che i miei ricordi possono essere un po' annebbiati. Comunque vi garantisco che, rimosso lui, non abbiamo mai lasciato scadere chissà che cosa in frigo, se non quelle poche cose che "fisiologicamente" rimangono dimenticate in un angolo. Mi viene il dubbio che nemmeno all'epoca la situazione fosse così grave, solo che l'Instabile era molto melodrammatico nelle sue esternazioni... E poi appunto, era compulsivo negli acquisti.
Pazzesco: sono passati 10 anni, abbastanza per permettermi di ripensare all'intera faccenda con un'alzata di spalle e di sopracciglio, e nemmeno se mi concentro mi viene in mente un aneddoto vagamente piacevole che lo veda protagonista. Niente. Un isterico rompicoglioni.
Inutile dirvi cosa ne pensasse la Regina Madre, vero? 

5 commenti:

  1. Mio padre è così...ma non credo che ci sarà un anniversario della liberazione... =(
    Bellino il nuovo vestitino del blog e il countdown!

    RispondiElimina
  2. ahahah posso solo immaginare RM e l'instabile insieme ahahhah NITROGLICERINA pura ahahahah !!!!

    RispondiElimina
  3. Non ho mai considerato nessuno dei compagni (detta così sembra che ne abbia avuti mille!) di mia madre come genitori acquisiti... sarà che li faceva fuori molto molto prima che ci si potesse affezionare!

    RispondiElimina
  4. Eh Eleanor... Qui la faccenda si complica, perchè era un ruolo che lui aveva voluto a tutti i costi, favorito anche dalla tenera età mia e di mio fratello e da un'altra serie di circostanze. Comunque il tempo ha poi dimostrato che del genitore non aveva proprio nè l'amore nè la stoffa. Ma questa è un'altra storia...

    RispondiElimina
  5. Vogliamo la versione "Regale" di Rm!!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...