Pagine

venerdì 16 settembre 2011

STIA CALMA!

Ieri sera uscendo dall'ufficio sono rimasta bloccata in ascensore. Giuro che non mi era mai successo prima, e onestamente stavo anche bene così. Mi sono aggrappata al campanello di emergenza e mi ha risposto il receptionist:
"C'è qualcuno?"
"Ehm... Sì. Io!"
"Oddìo! E a che piano è?"
"Nei pressi dell'ottavo..."
"Ok, aspetti che chiamo i tecnici! STIA CALMA EH!"
"Sìsì, grazie. Sono calmissima".

Ok, ammetto che calmissimissima non ero: faceva un caldo assurdo, e poi il fatto di essere appesa in un ascensore sospeso all'ottavo piano non è che sia proprio rassicurante. Non soffro di claustrofobia, ma il pensiero del "Oddio potrei precipitare" ammetto che mi ha sfiorato.
Poi mi sono messa al telefono con mamma e la sua collega, in attesa che arrivasse il tecnico a salvarmi. Ho aspettato all'incirca mezz'ora, durante la quale è passato lo stagista, che sentendo la mia voce nella tromba dell'ascensore ha acutamente capito che ero lì bloccata. 
PANICO.
"Oddio, ma devo chiamare qualcuno???"
"No, tranquillo, ho già avvisato e il tecnico è in arrivo"
"Oddio, e quindi che devo fare?!"
"Eh niente, vai a casa... Magari usa le scale..."
"E ti lascio qui così???"
"Beh, è inutile che stiamo qua in due, vai tranquillo a casa!"
"Ok, ma fammi sapere quando ti liberano!"
"Ok, a dopo".

Di tanto in tanto ricompariva la voce del receptionist:
"Signora come va? Ha bisogno di qualcosa???"
"Tutto ok! Non si preoccupi!" E se anche avessi bisogno di qualcosa, come me la manderesti, brutto pirla?
"Guardi che il tecnico è in arrivo eh! Stia tranquilla!"

Nel frattempo al telefono con mamma e la sua collega stavamo constatando che fosse una cosa molto positiva il fatto che fossi sola in ascensore. Avrebbero potuto capitarmi nell'ordine:
1. L'autista delle dive. Io lo chiamo così, ma in realtà è ovviamente l'autista dell'Amministratore Delegato, nonchè mio vicino di stanza. Uno di quei soggetti che incarnano perfettamente l'uomo medio da barzelletta: ignorante, volgare, tutto tette e culi, e che quando ride da solo alle sue battute non fa "Hahahahah", ma "HAR HAR". Avete presente Enrico La Talpa? Ecco. 

2. Un soggetto claustrofobico qualsiasi. 
3. La mia capa, immaginatevi lo spasso a star mezz'ora in ascensore insieme.

4. Un collega puzzolente random. Magari pure sconosciuto, immaginiamoci l'imbarazzo.

Vi dico solo che quando lo stagista è arrivato al pianterreno dal receptionist, questo gli ha detto "Ma non dev'essere la prima volta che le succede, perchè è troppo tranquilla!".
Certo! Rimango chiusa in ascensore tutti i giorni io!

Però una cosa è certa, a questo punto: ho un aplomb veramente invidiabile.

7 commenti:

  1. Oddio sarei morta di ansia e paura!!!
    Però...meglio soli che mal accompagnati =D

    RispondiElimina
  2. si, hai avuto un aplomb davvero invidiabile ... Io sarei andata nel panico più totale, anche perchè son sempre stata terrorizzata dall'idea di rimanere bloccata in ascensore. aiuto! poi ci sei stata un bel po' lì dentro ... cavolo! clap clap clap :)

    RispondiElimina
  3. A quella cosa di rimanere sospesi ne vuoto.. sinceramente non avevo mai pensato.
    Quindi sei una professionista del blocco in ascensore e non ce lo hai detto?

    Scherzi a parte, complimenti veramente per la calma.

    RispondiElimina
  4. Beh però magari in ascensore con Raul Bova...

    RispondiElimina
  5. Mamma mia io claustrofobica una volta mi è successo di restare bloccata in un ascensore con porte trasparenti ho creato il panico! :D aahahh!!
    Tu sei MITICA!

    RispondiElimina
  6. @Mandorla: Sì! Mi informerò sull'esistenza dei campionati mondiali! :D

    @Secondo Binario: Il problema è che qua di Raul Bova non ce n'è manco mezzo... Al massimo Alvaro Vitali. -.-

    RispondiElimina
  7. Che tenerezza lo stagista... :D

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...