Pagine

giovedì 14 febbraio 2013

Radiosveglia, mon amour

Più odio che amore, a dirla tutta. E fa niente se oggi è San Valentino. Parlo del mio rapporto con le radiosveglie, quindi mi capirete.
Prima di tutto dovete sapere che si tratta di un elettrodomestico su cui sono molto esigente, nel senso che occupandosi del mio delicatissimo risveglio è un aggeggio con grandi responsabilità.
La mia radiosveglia deve avere un display con i numeri luminosi, ma non tutto illuminato, che sennò fa troppa luce e di notte mi dà fastidio.
La mia radiosveglia deve sintonizzarsi perfettamente su radio deejay, perchè da che devo alzarmi al mattino lo faccio ascoltando radio deejay e ciò non deve cambiare.
La mia radiosveglia deve avere un volume che non prenda iniziative autonome: come lo metto, deve rimanere. Non come l'anno scorso che mi pareva di avere il trio medusa seduto sul letto perchè la radiosveglia alzava da sola il volume e non c'era modo di fermarla.

In sostanza i requisiti sono questi.

Non mi sembra nemmeno di chiedere chissà che. Il caffè me lo faccio da sola, le previsioni del tempo me le guardo in tv o al pc. Mi serve solo una radiosveglia che faccia il suo mestiere.
E invece.

Quando andavo ancora a scuola avevo una radiosveglia a forma di cubo, non so nemmeno di che marca. Era perfetta. E' stata la mia radiosveglia per anni, diciamo dalle medie fino all'università, quindi un periodo LUNGHISSIMO. Quando per impostare l'ora è stato necessario iniziare a prenderla a martellate, ho capito che era il momento di pensionarla per qualcosa di più nuovo.
Non l'avessi mai fatto.
Nessuna è stata più come lei.
La prima sostituta è durata pochissimo: faceva talmente tanta luce, verde, da illuminarmi la stanza a giorno. E radio deejay proprio non le piaceva.

Poi c'è stato un trabiccolino, quelle svegliette in offerta, che aveva il display perfetto ma quanto a ricezione radiofonica non c'eravamo proprio.

Poi è stato il momento di una sveglia fighissima, che cambiava colore e faceva pure i suoni della natura: era quella che alzava da sola il volume.

Poi, lo scorso ottobre, anzi settembre... Praticamente una settimana prima di andare in maternità, ne ho trovata una perfetta. Display giusto, sintonizzazione facile, volume non psicolabile.
Ieri mattina, dopo mesi, ho avuto bisogno di puntarla, visto che con Babybug avevamo un appuntamento. Mi son svegliata da sola perchè non aveva dato segni di vita. Stamattina provo ad accendere la radio: il volume, anche portato al massimo, è così basso che per sentire qualcosa mi pareva di essere la vicina invadente che appoggia il bicchiere sul muro.

E ovviamente non trovo lo scontrino.

Insomma, radiosveglia: io non piaccio a te e tu non piaci a me... Però dovremo trovare il modo di riconciliarci.

Sgrunt.

11 commenti:

  1. Io uso da che ne ho memoria una sveglia minuscola a pile che avevo preso al supermercato per pochissimo, quello col suo bip-bip è un odio/amore al quale ormai sono affezionata, spero sempre che non si rompa :)

    RispondiElimina
  2. Una volta ebbi la malsana idea di comprare questa http://www.amazon.it/Orologio-sveglia-Dormiglioni-Ruote-Suona/dp/B008L1PXUM
    Prima mattina, sotto all'armadio, e strisciare appena svegli è deleterio; seconda mattina, vicino al camino quindi correva; terza mattina come un ghepardo appena cade mi alzo, calcio netto, fine della sua carriera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, solo l'idea di alzarmi per rincorrere la sveglia mi irrita. Penso che con me sarebbe durata anche meno di tre mattine!

      Elimina
    2. Sono andata a vedere...E' una figataaaaaaaaaaaaaaaaaaa

      Elimina
  3. Io da un po' di tempo uso un cellulare Nokia vecchio e fa il suo mestiere più che egregiamente!
    Baci buon WE ♥

    RispondiElimina
  4. è san valentino...
    normale che si parli d'amore/odio, anche se la protagonista è la sveglia
    (io uso il telefono, imbattibile!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il telefono non ha mai avuto grande successo con me; tranne quando decisi di metterlo metà fuori sulla mensolina sopra il letto, cosicché, con la vibrazione, mi cadeva in testa. Anche quelli erano pessimi, pessimi risvegli. Alla fine, ancora in uso, ho optato per le sveglie che si susseguono a distanze regolari, sia di tempo che di distanza.

      Elimina
  5. No, il problema del telefono è che non mi sveglia con la radio! Dramma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ma se ti sveglia con una canzone di pupo è meglio?

      Elimina
  6. Anche io prima mi svegliavo con la radiosveglia,ma marito non è convinto,adesso come sveglia uso il cellulare...la radiosveglia sempre e solo sintonizzata su radio deejay ce l'ho in bagno e seve per sapere che ore sono soprattutto la mattina e per la musica!!!!

    RispondiElimina
  7. Io adoro la funzione dello snooze. La mia sveglia riparte ogni 5 minuti finchè non la spengo proprio...Non mi piace il binomio Suono/ scattare...Devo fare con calma...di regola lo faccio partire almeno 3 volte prima di alzarmi...No assoluto per la radio...anzi..meglio che nessuno mi parli proprio appena sveglia...La prima mattina sono davvero una simpaticona!
    Ma la tua sveglia è a batterie o a corrente? perchè magari sono le batterie...ma penso che se così fosse ci avresti pensato già tu!
    Baciotto

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...